Ho acquistato il passeggino gemellare "Graco Stadium Duo" quando è nato il mio secondogenito, poiché con la "grande" si sbagliano di soli 15 mesi, e lei ai tempi ancora non se la sentiva di camminare da sola.

LA SCELTA:
Abbiamo scelto questo specifico modello della Graco per svariati motivi. Avevamo l'esigenza di acquistare un passeggino gemellare dalle dimensioni ridotte, poiché nella città dove vivo i marciapiedi (se presenti......) sono stretti. Inoltre non volevamo spendere una fortuna, perché eravamo consapevoli che l'avremmo usato per poco tempo, giusto il tempo necessario per far camminare la grande, e poi avremmo passato il piccolo nel passeggino singolo. Inoltre, altro punto fondamentale, il prezzo: Questo modello di passeggino ci è costato 279,00 Euro - non sono pochi, ma rispetto alle soluzioni da 400 e passa Euro mi è sembrato quasi regalato. (Nota sul prezzo: ho visto che su internet lo si trova addirittura a 200 Euro, ancora meglio!)

IL MODELLO:
Il passeggino pesa circa 12 KG ed è lungo 115 cm per 60 cm di larghezza. Si può facilmente chiudere a "fisarmonica" e le misure si riducono a 109 cm x 65 cm.
Il telaio è resistente e dispone di due posti a sedere, uno dietro l'altro. In teoria, non si tratta di un vero e proprio passeggino gemellare, ma di un passeggino biposto. Infatti la seduta di dietro può ospitare un bimbo sin dai primi giorni di vita, mentre quella davanti è consigliabile dai 6 mesi in poi.

Il sedile posteriore si può reclinare in 4 posizioni, e la seduta può essere abbassata tutta per far dormire il bimbo. Il sedile davanti può essere messo in due posizioni differenti: seduta normale, o leggermente inclinata, a dir la verità è un pò scomoda per chi sta seduto davanti e vuole schiacciare un pisolino. Le cinture di sicurezza sono quelle classiche a 3 punti - nulla da dire a riguardo.

Il tessuto è leggero e lavabile. Non vi è una grande imbottitura, ma i bambini ci sono sempre stati volentieri, quindi non è cosi' scomodo come mi è sembrato all'inizio. Non è presente un passamano, ma ci sono due simpatici vassoietti portabicchieri per tutti e due i posti a sedere.

Il passeggino dispone di due coppie di ruote piroettanti davanti, che facilitano le manovre, e due ruote dietro. Le ruote si possono bloccare premendo una levetta. Anche il maniglione unico facilità l'utilizzo del passeggino - in questo modo si può portare con una sola mano, ma ricordiamoci che tra il peso del passeggino e quello dei bambini un pò di sforzo si deve fare.

Come accessori ho trovato (a parte i vassoietti) la rete portaoggetti COMODISSIMA (grandi dimensioni) capace di ospitare 1 zainetto, una borsa e, perché no, anche qualche giocattolo. Inoltre mi sono state consegnate le due plastiche parapioggia, che però non ho mai utilizzato, e quindi non so come sono. I tettucci sono ben imbottiti e sia quello davanti che quello dietro dispongono di due finestrelle di plastica, che consentono ai bimbi di giocare a cucù, oppure consentono alle mamme di tenere sotto controllo entrambi i pargoli. Infine, ci sono anche le due coperture copri-gambe, molto ben imbottite e facili da applicare.

Graco Stadium Duo è disponibile nei colori blu, marrone chiaro e panna (poi non so se ce ne sono altri, io ce l'ho blu).

SE VOLETE ACQUISTARLO CONSIDERATE CHE...:

- Prima di acquistarlo cercate di vedere se entra nella vostra macchina - è molto ingombrante. Nella berlina di mio marito entra senza alcun problema, nella mia Punto (che non possedevo ancora) non c'è verso di farlo entrare.

- Anche se dicono che il posto anteriore può ospitare un bambino fin dai primi giorni di vita, io non ce l'ho mai messo. A mio avviso il bambino và trasportato con l'ovetto e con la cullina, che sono comunque ben imbottite ed attenuano gli urti. Per uscire con entrambi i bambini durante i primi mesi di vita del secondogenito ho smontato il tettuccio anteriore ed incastrato l'ovetto del Trio (si possono acquistare dei modelli di trio compatibili con Stadium Duo - il mio non era compatibile, ma sono riuscita ad incastrarlo ugualmente). Il bambino gliel'ho fatto sedere solo dal momento che riusciva a sorreggere bene la testa, quindi a partire dal 5 mese e mezzo.

- Ovviamente, se abitate in un condominio dov'è presente un ascensore, cercate di vedere se ci entra - mi è capitato alcune volte, durante una visita ad amici di dover chiamare aiuto per salire i bambini & il passeggino. Che fatica!

PUNTI A FAVORE:
- Facile da manovrare, andata scorrevole, tessuto lavabile, portaoggetti e vassoietti praticissimi.

PUNTI A SFAVORE:
- La chiusura del passeggino avviene in un attimo, ma per farla, dovete spostare i due tettucci o rimuoverli direttamente. Io consiglio di rimuoverli, perché ogni tanto mi è capitato che nel tentativo di aprire il passeggino non riuscivo a sganciarlo, perché qualcosa si era incastrato con uno dei tettucci... un incubo, soprattutto se hai entrambi i bimbi che aspettano (e uno lo devi tenere in braccio!).

- La seduta posteriore NON la consiglio a partire dai primi giorni, quindi se i bambini si differenziano di 18/20 mesi, pensateci bene se acquistare questo passeggino o se aspettare che il primo cammini da solo (o appunto, trovate una soluzione alternativa, con l'ovetto da incastrare). La seduta davanti è scomoda se il bambino vuole schiacciare un pisolino.

CONCLUSIONE: Io l'ho usato per un anno, forse è poco per il costo del prodotto, ma durante quell'anno è stata l'unica soluzione per far uscire di casa i bambini quando ero sola. Vista la praticità, anche se non sarà mai comodo come 1 passeggino individuale, lo riacquisterei, il prezzo oltretutto è accessibile (mettendolo in lista nascita poi...)

Torna alla home